Intrapresa al femminile e soggetti ibridi. Riflessioni a partire dal corso che ho tenuto a Parma

Sono stato chiamato da Cisita Parma e da Officine On/Off a gestire un  corso sul Business Model Canvas per dare un inquadramento generale del metodo: la storia, il suo funzionamento e le diverse declinazioni succedutesi nel tempo, utilizzando principalmente dei casi di studio. Un percorso diviso in 16 ore di teoria e altre 16 per la prototipazione diContinua a leggere “Intrapresa al femminile e soggetti ibridi. Riflessioni a partire dal corso che ho tenuto a Parma”

Modelli ibridi per le organizzazioni dell’arte e della cultura

Il mondo culturale e artistico nel nostro paese è costellato da una miriade di esperienze grandi e piccole tutte alle prese con cambiamenti importanti, in primis il venir meno del ruolo di finanziatore da parte delle istituzioni pubbliche, mentre dall’altro lato si sviluppano nuove modalità di fruizione della cultura con la conseguente ricerca di nuoviContinua a leggere “Modelli ibridi per le organizzazioni dell’arte e della cultura”

Arte, modelli di business e coworking

Una prima tematizzazione di alcuni fenomeni emergenti. Qualche tempo fa lessi un articolo sul business model formalizzato per l’arte sul sito di Lol Marketing dove si sottolineava come il “sistema arte” ormai non sia più basato sul ruolo dei critici, ma bensì tenda a costruire il consenso di un artista attraverso un sistema di forzeContinua a leggere “Arte, modelli di business e coworking”

L’esperienza del cambiamento. Fare rete e innovare con il Business Model Canvas

Dopo un anno e più di attività col BMC  e con le sue varianti – per il mondo no-profit (MMC) e il personal business (PBMC) –  condivido alcune riflessioni sul suo utilizzo soffermandomi su alcuni aspetti per chi vuole avviare una nuova attività o rivedere quella già in essere. In particolare mi riferisco alle piccoleContinua a leggere “L’esperienza del cambiamento. Fare rete e innovare con il Business Model Canvas”

L’economia del coworking secondo un nomade digitale!

Segnalo un articolo interessante sul coworking di Pieter Levels,  al di là dei possibili distinguo e delle dovute differenze e specificità che sarebbero da rilevare per esempio per i coworking italiani; l’autore dice in sostanza che: la maggior parte degli spazi di coworking nel mondo non fanno soldi e che per adattarsi al futuro dovrebberoContinua a leggere “L’economia del coworking secondo un nomade digitale!”

Cambiare punto di vista con il Business Model Canvas

Non si finisce mai di imparare e nel caso del BMC il detto vale anche per chi, come me, ha iniziato a gestire questi workshop. Ciò è vero per più motivi; il primo è che la figura del facilitatore deve fare un passo indietro per farne fare due in avanti al gruppo, mettendosi in connessioniContinua a leggere “Cambiare punto di vista con il Business Model Canvas”

La sfida del coworking per l’impresa sociale: le 4 dimensioni che sostengono l’innovazione sociale

Maurizio Busacca Università IUAV, Università Ca’Foscari Venezia Michele Magnani Coworking Multiverso Firenze Paper presentato in occasione dell’XI Colloquio Scientifico sull’impresa sociale, 26-27 maggio 2017, Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa, Università degli Studi di Firenze – Working paper. Abstract Questo lavoro di ricerca prende in esame 4 casi di imprese sociali che implementano spazi di coworkingContinua a leggere “La sfida del coworking per l’impresa sociale: le 4 dimensioni che sostengono l’innovazione sociale”

Nuove dimensioni del lavoro. Coworkers in Multiverso

Sono passati tre anni dalla pubblicazione di questa Inchiesta  alla quale sono molto legato. La prima  fatta in Italia sul coworking. La ripubblico qua, potete scaricarla gratuitamente in formato PDF), con la speranza di trovare il tempo per riprendere il filo di questo lavoro di ricerca! Clicca sul titolo per andare al pdf

La collaborazione fa bene se praticata con metodo. Perché l’innovazione è utile se non è di facciata!

Coworking, fablab e università rivoluzionano la cultura d’impresa in italia: ecco i dati. Il coworking rimane un fenomeno poco compreso, si leggono molti instant articles e pochi approfondimenti. Luoghi in continuo mutamento, difficilmente conoscibili, se non con analisi di tipo qualitativo che per fortuna cominciano a circolare. È il caso del paper, Spazi di apprendimento emergenti:Continua a leggere “La collaborazione fa bene se praticata con metodo. Perché l’innovazione è utile se non è di facciata!”

Che cos’è Acta, l’associazione che tutela le partite Iva e i freelance dell’arte e della scrittura

Nel 2004 un insieme di professionisti si mette insieme per rivendicare pari diritti per il lavoro autonomo, ecco cosa fa oggi. Era il 2004 quando in Italia da un gruppo di professionisti è nata l’associazione senza fini di lucro dei consulenti del terziario avanzato, ACTA. Ne facevano parte Anna Soru, attuale presidente di ACTA eContinua a leggere “Che cos’è Acta, l’associazione che tutela le partite Iva e i freelance dell’arte e della scrittura”